Visite filtrate su Google Analytics attraverso il cookie

Attenzione! Il posto riportato qui sotto e relativo alle visite filtrate su Google Analytics non può essere sempre usato perchè, purtroppo, Google Analytics ha cambiato i sistemi di filtraggio. Tengo a fare questa premessa per non far perdere inutilmente tempo a chi decide di leggere il post.

Chi ha un blog, utilizza i tool di Google e spesso si sposta per lavoro ha la necessità di impostare le visite filtrate su Google Analytics attraverso il cookie. Questo vale anche per i webmaster, che hanno la necessità d’inserire un filtro su Analytics per non considerare i loro accessi (da qualsiasi parte li facciano) tra le visite quotidiane registrate dal tool di Big G.

E’ un procedimento particolarmente tecnico ma utile ad ovviare a molti inconvenienti. Vi spiego come fare!

Accedendo costantemente al nostro sito (per manutenzione, per pubblicare un articolo, per inserire un post, per cambiare una promo, ecc.) andiamo ad alterare le statistiche sulle visite registrate da Analytics. Se hai un blog scritto a più mani o un magazine a cui partecipano molti collaboratori, questi accessi diventano numerosi e la lettura delle statistiche è compromessa e così l’analisi delle strategie utili a portare nuovi e più numerosi visitatori sul sito.

Filtro su Google Analytics

Hai un problema che non puoi risolvere filtrando il semplice IP pubblico. Google Analytics permette infatti di filtrare gli IP pubblici. Una soluzione interessante ma non applicabile a tutti i casi. Ad esempio non è una soluzione vincente per colore che:

  • hanno un IP dinamico,
  • collaboratori che scrivono accedono al sito da casa o con un’internet-key, ecc.,
  • writers esterni all’azienda.

In tutti questi casi, filtrare le statische di Analytics basandosi sull’IP non è possibile.

Il tool di Google, però, mette a disposizione altre interessanti soluzioni e la migliore, per rendimento consolidato, è sicuramente quella di utilizzare il cookie.

Visite filtrate su Google Analytics: come funzione in due parole.

Si crea una “pagina nascosta” non accessibile ai visitatori ma a cui noi, invece, possiamo accedere. Apriamo la “pagina nascosta” comese fossimo un utente di passaggio. Si “comunica” a Google Analytics che coloro che accedono alla “pagina nascosta” sono utenti di cui non vogliamo conoscere le statistiche. Fine.

Guida passo-a-passo su come creare un filtro cookie su Google Analytics.

 

Come creare una pagina filtro nascosta.

Per prima cosa si crea la pagina nascosta. Se volete potete copiare quella che riporto io qui sotto:


<head>
<title>Pagine segreta Analytics.</title>
<!-- Ilcodice Google Analytics -->
<script><!-- qui inserite il codice che trovate sulla pagina del tool di Google --></script>
</head>
<body onLoad="javascript:__utmSetVar('no_report')">
<p>Pagina segreta per l'esclusione dei gestori dalle statistiche di Google Analytics.</p>
</body>

 

In questa pagina ho riportato nel TAG <head> il codice di Google Analytics. Se volete potete inserire anche qualche CSS, ma non è indispensabile dato che questa pagina la visualizzeranno solo coloro che metteremo a conoscenza. Nel TAG <body> ho aggiunto onLoad=”javascript:__utmSetVar(‘no_report’)”.

Con questo si conclude la parte di codice della procedura.

Come configurare un filtro su Google Analytics.

Ora caricate la pagina sul vostro spazio web, ovunque vogliate, e poi aprite un browser e caricatela. Mi spiego meglio. Io ho chiamato la pagina noreport_page.php e l’ho caricata sul mio sito web con FileZilla. Dopodichè ho aperto uno tutti i browser che ho sul pc (Firefox, Chrome, Explorer, ecc) ed ho effettuato l’accesso alla pagina in oggetto scrivendo: www.ilmiosito.it/noreport_page.php.

Google Analytics

Ora che abbiamo fatto questo dobbiamo solamente creare il filtro su Analytics.

  1. Andate su www.google.com/analytics.
  2. Effettuate l’accesso e recatevi nell’area Amministrazione (menù in alto). La parte bassa è divisa in tre colonne: Account, Proprietà, Vista.
  3. Nella colonna Vista, cliccate sulla voce Filtri.
  4. Cliccate su + Nuovo Filtro.
  5. Date un nome al filtro: ad esempio noreport.
  6. Selezionate Filtro personalizzato e poi Escludi.
  7. Alla voce Campo filtro indicate: Tipo di visita.
  8. Alla voce Pattern filtro scrivete: no_report.
  9. Maiuscole/minuscole: No.
  10. Ora salvate il tutto cliccando sull’omonimo pulsante posto a termine della sezione.

Avete concluso l’operazione di filtraggio dei vostri accessi. Se avete collaboratori e volete far si che anche loro siano esclusi dalle statistiche di Google, inviate loro il link della pagina nascosta (ad esempio: www.ilmiosito.it/noreport_page.php) e chiedetegli di visitarla. Chiunque visiti questa pagina sarà escluso dalle statistiche.

Attenzione! Ogni volta che voi o i vostri collaboratori cancelleranno i coockies dal loro computer, saranno nuovamente vergini e dunque i loro accessi saranno registrati dal Toole di Google. E’ infatti necessario che ogni volta che si eliminano i coockies dal sistema, l’utente effettui l’accesso alla pagina nascosta per ricreare quel coockie che lo rende “non tracciabile” da Analytics.

Se avete problemi o se notate inesattezze nella procedura, scrivetemi!

7 comments

  • Filippo

    Ciao, sto seguendo questa tua guida, ma ho riscontrato dei problemi.
    1. L’estensione della pagina segreta dev’essere .php o può essere anche .html? Io ho provato entrambi i modi, ma…
    2. In entrambi i casi, ho notato che GA continua a tracciare i miei accessi in tempo reale;
    3. Una volta impostato il filtro come da indicazioni lo verifico, ma mi da risorsa non disponibile.

    Questo è il codice che ho caricato in root (salvato come filtro.html/filtro.php) e a cui ho acceduto dai miei browser:

    Filtro accessi

    (function(i,s,o,g,r,a,m){i[‘GoogleAnalyticsObject’]=r;i[r]=i[r]||function(){
    (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
    m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
    })(window,document,’script’,’//www.google-analytics.com/analytics.js’,’ga’);

    ga(‘create’, ‘UA-57520347-1’, ‘auto’);
    ga(‘require’, ‘displayfeatures’);
    ga(‘send’, ‘pageview’);

    Pagina segreta per l’esclusione dei gestori dalle statistiche di Google Analytics.

    P.S.: sto utilizzando come hosting DropBox, tramite Pancake.io. Potrebbe essere una causa? Purtroppo questo è il primo sito in cui mi cimento e non sono troppo esperto di sviluppo web (sto imparando tutto grazie a tutorial o in modo empirico), perciò faccio fatica ad immaginarmi quale potrebbe essere una possibile soluzione.

    Grazie intanto per la guida e per qualsiasi aiuto possa fornirmi.

    Filippo

  • Filippo

    Ho sbagliato a inserire il codice. Ecco quello corretto:

    http://jsfiddle.net/pL8sfd1j/

    • Ciao Filippo!
      Questo sistema non funziona con il nuovo codice di GA e tu probabilmente stai usando questi.
      Ad oggi, per filtrare le visite di ip dinamici, è necessario creare altri filtri. Questi però non saranno mai precisi come quello del post.

  • Io uso wordpress.
    Non si puo’ escludere l’utente che visita la pagina wp-admin?

    Saluti

    • Certo. Anzichè escludere l’IP, Anlaytics, permette di escludere il traffico relativo a certe aree del sito selezionando l’opzione “traffico verso la sottodirectory”.

  • Ciao,
    volevo dirti che è frustrante utilizzare del tempo prezioso per realizzare una piccola pagina come questa, impegnarsi a leggere per capire i meccanismi, per poi ritrovarsi alla fine a leggere i commenti per capire che questo codice non funziona più…
    Forse sarebbe più corretto dichiarare all’inizio che questo codice non funziona più, anche se la cosa più corretta sarebbe di eliminare questo articolo.. Ma essendo un mezzo blogger anche io mi rendo conto che non è facile.. :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *