Essere visibili sul web: i social network

Ho un sito eCommerce dove nessuno acquista“, “ho un blog che nessuno legge o commenta“. A queste affermazioni abbino due ipotesi: il tuo sito non è visibileil tuo sito non è funzionale.

L’importanza di essere visibili sul web è un uno dei punti fondamentali per blog ed eCommerce (e non solo) e questa visibilità passa anche inevitabilmente per i social network. Parliamo di questo: visibilità e social media.

Per dare visibilità ad un sito web occorrono anche i social network e con questi si deve per prima cosa puntare a costruire un target (e dunque followers) il più definito possibile. Cos’è il target? Il target è un gruppo di utenti scelto in base a caratteristiche da noi prestabilite. Un eCommerce che vende videogiochi, ad esempio, dovrà cercare di portare sul suo sito utenti con la passione per i videogame, iscritti a forum di console, con un’età che si aggira principalmente tra i 14 e i 40 anni, tendenzialmente di sesso maschile. Questo potrebbe essere un primo target dove pescare possibili clienti. Più è definito il target (i bacino di visitatori che vogliamo trasformare in clienti/followers), maggiori saranno le possibilità di successo (e cioè che acquistino un nostro prodotto o che leggano un nostro articolo).

Il secondo step sarà quello di curare e stupire attraverso i contenuti dei post. I contenuti intelligenti sono fondamentali!

Nessunoi mi legge

E’ principalmente l’insieme di questi due elementi che può portare alla condivisione di un post, alla sua visibilità sul web e alla possibilità di vendere un prodotto.

Sparare post sugli argomenti più svariati attirerà un pubblico altrettanto variegato e dunque non sempre interessato a ciò che pubblichiamo con il risultato di uno scarso successo e dunque una scarsa visibilità sul web.

L’internet marketing offre un vantaggio enorme rispetto alla pubblicità su TV, radio e stampa: la possibilità di colpire solo il pubblico realmente interessato a ciò che proponiamo.

Questo tipo di lavoro è molto complicato e non esiste una strada comune da percorrere o tecniche note da applicare. Spesso varia a seconda del campo di applicazione, del target da colpire e dal periodo di attuazione.

Ecco alcuni consigli per un buon post generico da inserire sui principali social network: Google Plus (da usare assolutamente se avete un’attività), Facebook e Twitter.

Essere visibili sui social network: l'importanza delle immagini.

Essere visibili sui social network: l’importanza delle immagini.

Immagini. L’immagine è un elemento imprescidibile del web. L’immagine è ciò che il navigatore medio osserva per prima cosa quando effettua una ricerca o quando legge un articolo. L’importanza dell’immagine è altissima sui social network e dunque a questa si deve dedicare tempo e studio. Migliore sarà l’immagine scelta, maggiori saranno le possibilità di successo.

Hashtag. E’ una tattica utile a coinvolgere utenti esterni ai nostri followers. Si possono coinvolgere gruppi, utenti di fama (scelti accuratamente altrimenti si ottiene un effetto opposto), amici, colleghi, clienti, ecc. Insomma…è un modo per dare eco al post fuori dal parco di lettori abituali.

Testo. Breve, semplice, chiaro e che porti il lettore laddove noi vogliamo che vada. E’ sicuramente il punto più complesso ma anche quello che spesso permette una maggiore visibilità.

Questi tre elementi rappresentano la componente più importante per il successo di un post. Ci sono poi azioni da evitare per non precludere a priori la diffusione di un buon post. Per prima cosa: non scrivete post lunghissimi. Non vale sempre ma è, tendenzialmente, la base di Internet. E’ un po’ ciò a cui ho accennato prima, ma vale la pena ripeterlo e chiarirlo. Un post viene visto, letto e condiviso se ha una bella immagine e poche righe da leggere. Due righe che arrivano immediatamente al punto sono più incisive di testi lunghi ben scritti, ma troppo impegnativi per l’utente medio che naviga nel tempo libero. Ricordate sempre che il social network è svago e l’utente medio non ha voglia di impegnarsi …ha solo voglia di svagarsi. Soprattutto su Facebook: è il luogo virtuale in cui si cazzeggia. In secondo luogo evitate ripetute frasi come “condividilo” o “clicca su Mi Piace”. Va bene usarle ma non abusarne. Personalmente odio il loro abuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *